La Piscina

La Piscina

19 luglio 2018 0 Di admin
Questo sabato appena passato, io e il nano DoDo, abbiamo seguito la prima lezioni in piscina.
Oddio, lezione forse è un po’ esagerato, ma è stato un momento nuovo, un momento solo nostro.
Oddio è stata la prima volta e dobbiamo aggiustare un po’ di cose, ma col tempo, passo per passo ce la faremo.
Siamo arrivati, quasi in ritardo. Siamo entrati e già lui mi guardava strano…
Tolte le scarpe, le mie perché lui non le ha mai, e messe le infradito siamo entrati negli spogliatoi. Ho cambiato DoDo mettendogli pannolino da piscina e costumino e, dopo essermi costumato anche io, siamo andati a bordo vasca con lui che mi guardava sempre più spaesato.
Probabilmente era un po’ disorientato dal nuovo ambiente, dagli altri bambini e genitori che circolavano..
Comunque siamo entrati in acqua e dopo qualche giro di perlustrazione abbiamo cominciato a rincorrere le palline galleggianti, fare i “tuffi” da seduto a bordo vasca, i salti da una piattaforma galleggiante sulla quale poi lui è stato seduto insieme ad altri bimbi mentre questa veniva fatta ondeggiare.
Per tutto il tempo è stato molto serio, attirato da un Nemo gigante dipinto sulla parete, e accecato dal sole.
Per lui probabilmente è stato strano, ha sorriso poco, cosa un po’ anomala, probabilmente perché non capiva bene cosa stesse succedendo. Sono sicuro che sabato prossimo andrà meglio.
A fine lezione siamo usciti un po’ prima degli altri per non trovare il pienone in spogliatoio, visto che dobbiamo ancora imparare tra l’altro… E, a proposito di imparare, non mi ero portato l’accappatoio di DoDo a bordo piscina. Per fortuna non c’era la mamma che altrimenti mi avrebbe probabilmente sbranato.. In compenso me lo sono stretto al petto e, cercando di non scivolare nel bagnato, siamo corsi più in fretta possibile agli spogliatoi.. accappatoio e doccia. Un’altra cagata che ho fatto è stato fargli la doccia senza togliere il costumino.. che pirla! Però sono riuscito a lavarlo lo stesso tenendolo in braccio e dandomi una sciacquata anch’io, tanto per togliere il cloro almeno.
Una volta rivestito via di phon.. e dopo essermi asciugato e cambiato anch’io ci siamo diretti all’uscita.
Avevo visto che dava i primi segni di stanchezza ma mi ha comunque stupito che dopo i primi 50 metri in auto già era KO e se la dormiva beatamente.

Nel mio caso l’attività è stata fortemente consigliata dalla Mamma che così ha qualche momento libero almeno nel weekend, che mi sembra giustissimo, ma infondo noi Papà abbiamo sempre poco tempo per stare coi nostri bimbi, vuoi il lavoro, vuoi la stanchezza quando torniamo a casa, vuoi mille altri motivi e ritagliarci un piccolo spazio di un’oretta per stare soli coi nostri figli, per condividere con loro del tempo, tempo prezioso per loro ma soprattutto per noi, per conoscerci meglio, per volerci ancora più bene penso possa solo aiutarci ad essere dei genitori migliori e, se potete, fatelo, ritagliatevi un’ora in settimana per fare delle attività: piscina, giro in bici, giocare al parco. Penso che tutto vada bene purché lo si faccia col cuore e con amore per loro.

Musica: James Spiteri – Travelling.