Grotte Is Zuddas – Sardegna

Grotte Is Zuddas – Sardegna

3 Luglio 2019 0 Di admin

Lunedì avevamo programmato di non andare al mare perché Gin doveva fare un vaccino, salvo aver preso la cartellina sbagliata e quindi niente vaccino.

Quindi abbiamo finito di preparare il pranzo al sacco con Nonna Lucia e poi siamo partiti. Destinazione: Grotte “Is Zuddas” nel territorio di Santadi, circa 30 km da dove ci troviamo. Solo 45 minuti di curve e tornanti.

La grotta scoperta quasi casualmente nel 1971 inizialmente è stata sfruttata come miniera. La dinamite usata per scavare e lo sciacallaggio hanno causato non pochi danni alla struttura, spezzando stalattiti millenarie e danneggiando le pareti.

Si visitano diverse camere per un percorso di più o meno 500 m (contro i quasi 2500 m di estensione totale) a diversi livelli.

Le pietre della grotta sono le più antiche in Italia con oltre 500 milioni di anni e sono ricche di particolarità uniche nonché essere uno spettacolo naturale di rara bellezza.

Se poi fuori fa troppo caldo dentro troverete refrigerio: la temperatura all’interno è costante a 16 gradi con una umidità tra il 90 e il 100%

Noi siamo andati anche coi Nonni e prima di partire su internet avevamo trovato una recensione dove si diceva che per la visitabilità di persone anziane non proprio abili coi gradini c’erano “un po’ di scale” ma niente che non si potesse superare con un po’ di pazienza.

Ecco, le cose sono leggermente diverse: i gradini ci sono eccome. All’interno delle grotte se ne contano 463 per l’equivalente dislivello di circa 6 piani di scale. Insomma non una passeggiata se ci si affatica facilmente. Noi ci abbiamo quasi ucciso Nonno Tonio.

Se capitate dalle parti del Sud Sardegna vale una visita (che dura circa un’ora) a meno che, appunto, non facciate fatica coi gradini.

Il costo del biglietto è di 10 euro e i bambini fino ai 6 anni non pagano. Le visite sono gestite per gruppi accompagnati da una guida speleologica.